Yoga Nidra

 lo "Yoga del Sonno"
ogni mercoledì ore 17.30 con Mahdis
lezione di prova gratuita

Yoga Nidra è un efficace strumento per purificare il corpo e la mente attraverso il rilassamento profondo…anzi profondissimo. Si può pensare come una forma di meditazione riflessiva dove l’oggetto della riflessione è il Sé e se stessi. Praticando Yoga Nidra si purifica la mente che diviene attiva e rilassata, si libera il corpo dai veleni dello stress rendendolo più ossigenato, disteso e contemporaneamente pronto. Lo stato d’animo ne beneficia raggiungendo un livello di maggiore leggerezza, neutralità emotiva e pace. Tutto ciò non deve far pensare ad una dimensione passiva anzi la coscienza risvegliata da questa pratica compie un importante lavoro-non-lavoro di connessioni tra il corpo e l’inconscio. Una sorta di riparazione dei deficit di comunicazione tra la mente, la coscienza, il fisico e la psiche. Ne consegue un miglioramento ed un potenziamento della coscienza dalle cui distorsioni dipendono psicosomatizzazioni, alterate riflessioni, pensieri chiusi e relativi ragionamenti e comportamenti. Il cambiamento significativo del campo magnetico, più equilibrato ed intenso, favorisce ispirazioni e visioni di sé e della realtà più armoniose come disponibilità e facilità a relazionarsi con l’ambiente e gli altri. Rilassarsi e, seguendo le indicazioni della guida, riconoscere e liberarsi dalle tensioni fisiche, respiratorie e mentali è solo l’inizio, aprendosi all’inconscio si lasciano emergere tensioni, messaggi, immagini, simboli che possono essere meglio osservati da una preparata coscienza, tranquilla, radicata, stabile, una consapevolezza preistruita, ritarata sulla neutralità, il cui intento è quello di contemplare, di abbracciare l’interiore alle radici del Sé. E’ proprio questo che, unito al proponimento (personale) che più volte si esprime interiormente durante la pratica, genera un felice connubio di forze.

Il percorso è costituito da una particolare progressione, in sintesi:

  • leggero scioglimento psico-fisico per attivare la coscienza corporea,
  • rilassamento e presa di coscienza,
  • intenzione (cuore della pratica),
  • rotazione della coscienza (dall’esterno all’interno, all’interiore),
  • attivazioni delle potenzialità della coscienza (mediante risveglio per immagini, suggestioni, visualizzazioni),
  • richiamo dell’intenzione,
  • procedimento di ritorno dallo stato alterato alla coscienza ordinaria.