Yogart

 

Yogart è l'approccio allo Yoga di Alberto Roti.

 

Esistono innumerevoli forme di Yoga ma tutte sono riconducibili all’unione tra materia ed energia. Nella pratica l’uomo concretizza quest’unione a partire dalla percezione del proprio respiro (soffi, energia pura), dei suoi effetti nel corpo (inteso come contenitore di sostanze, liquidi, sangue ed emozioni e quindi più materiale e purificabile, energificabile) e del cambiamento dovuto all’interazione tra corpo e respiro mediata dal “come”, mediata dalla consapevolezza. Un’unione soggetta, sempre mediante la coscienza, a evoluzione. Lo stato superiore di coscienza (leggi oltre l’ordinario-automatico) interviene sui diversi processi in essere, rendendoli generalmente più fluidi e naturali, in sintesi, migliorandoli.

Yogart è una forma di auto-educazione attraverso la guida, il trainer, l’insegnante, il “maestro” (anche qui possiamo trovare un nome per ogni visione per ogni aspettativa), un'educazione al come approcciare, al come praticare, alla ricerca del proprio 'come'. Art quale indirizzo di ricerca personale, studio, esperienza che possono contare su un buon bagaglio di conoscenze energetiche ed esperienziali della guida. Se le proprie, creatività, tecnica, competenza, abilità, sono emotivamente reciprocamente trasmissibili da persona a persona (anche all’interno di un gruppo la guida può infatti raggiungere ogni singolo partecipante), trasmesse quindi “da cuore a cuore” o “da mente a mente”, il linguaggio dell’arte della conoscenza di sé, della propria manifestazione, divengono forme di quel linguaggio, di quella comunicazione inter ed intra-personale del proprio vissuto, della propria pratica, del proprio Yoga. Un’espressione di sé, estetica, formale (posture energetiche), dell’interiorità ispirata prima dalla guida poi da se stessi (attenzione e coscienza) e dalla propria essenza interiore (presenza, sensibilità, coscienza straordinaria).

Un percorso che distende la mente perché la utilizza nel modo più sano, svegliando l’attenzione, sensibilizzando le capacità di concentrazione. La mente più attiva e silenziosa, rapita dal vero e concreto fare smorza infatti lo sterile quanto dannoso chiacchiericcio, abnegata dal gestire le concrete diverse e crescenti vie di comunicazione nervosa, rilassa il corpo. E’ così che il corpo si libera delle più inconsce tensioni, prigionie senza fine, mal utilizzi delle posture, del respiro, riconquistando le possibilità di azione e movimento. Non ultimo beneficio, il rilascio delle tensioni emotive, una qualità di purificazione del cuore psichico, di quella parte animico-spirituale fonte di piacere, benessere, estasi. Quando ci si sente liberi da congestioni pregresse, senza “pesi” che possono compromettere il respiro, che fanno sentire oppressi, mal reagenti agli stimoli esterni e interni (parole o azioni altrui nonché ai propri pensieri), si conquista una buona, giusta distanza da se stessi, situazione ottimale per potersi guardare, osservare panoramicamente e diversamente dal solito. E’ la creazione in proprio di un luogo-non luogo dove potersi contemplare in pace, dove iniziare forse per la prima volta ad essere più amici di se stessi...e del resto del mondo.

Yogart è un tentativo che di filosofico astratto, di mentale-concettuale o comunque teorico fine a se stesso non ha il minimo frammento, se non la condivisione del proprio vissuto (se e quando il praticante lo desidera) per rendersi conto una volta di più che blocchi e possibilità sono storie comuni e chance alla portata di tutti.

Quando
Lunedi 18:30 - 20:00
Mercoledi 18:30 - 20:00
Giovedi  13:00- 14:00
Dove Presso sede ASYE
Chi Alberto Roti
Note Consigliati abiti comodi + Telo personale
Maggiori info 010582185 - 3357915282
Prenotazione obbligatoria info@asye.org